Sorpresi dai carabinieri con attrezzi da scavo e una scala telescopica, in località “scatagnini” nei pressi dell‘accesso al sito etrusco

Ieri sera, i carabinieri della stazione di Tarquinia durante un servizio di perlustrazione, hanno sorpreso due cittadini italiani (tutti e due del posto) di 59 e 61 anni, muniti di attrezzi da scavo e dotati di una scala telescopica, i due erano in località zona archeologica, intenti ad accedere alla tomba monumentale; in effetti dal sopralluogo effettuato dai carabinieri appena fermati i due soggetti, è risultato palesemente danneggiato l’accesso al sito monumentale; per metterlo successivamente in sicurezza i carabinieri hanno dovuto chiamare la sovrintendenza. I due tombaroli sono quindi stati condotti in caserma, sottoposti ad accertamenti fotodattiloscopici e denunciati in stato di libertà.

Per eventuali chiarimenti di dettaglio chiamare il comandante della compagnia carabinieri di Tuscania