I Carabinieri della Stazione di Montalto di Castro, nel corso di servizi finalizzati a contrastare il fenomeno dei reati predatori sul lungomare, nel notare un furgone sospetto parcheggiato nei pressi di un complesso turistico della località Marina di Montalto, riuscivano a trovare un varco ricavato nella recinzione di una pineta privata, non lontana dal veicolo in questione.

Appena entrati, non lontano dal varco, i militari individuavano tre soggetti che, mediante l’utilizzo di scale a pioli in alluminio e aste allungabili opportunamente modificate all’estremità, dove era stato posizionato un uncino d’acciaio, erano impegnati a cogliere le pigne, delle quali ne avevano già sistemate circa due quintali in sacchi di juta.

I tre ladri, del luogo e già conosciuti dai militari intervenuti per i numerosi precedenti di polizia specifici a carico di ciascuno, di cui uno di nazionalità rumena, non opponevano resistenza e venivano tratti in arresto per furto aggravato in concorso e danneggiamento.

Terminate tutte le verifiche del caso, i Carabinieri traducevano gli arrestati presso le rispettive abitazioni in regime di detenzione domiciliare, in attesa di essere giudicati presso il Tribunale di Civitavecchia con il rito direttissimo.

Le pigne raccolte, che venivano riconsegnate ai legittimi proprietari, sono molto ricercate dalle aziende settoriali (alimentari, riscaldamento, produzione di profumi ecc.) e quindi sono diventate un affare per chi ne fa illecita commercializzazione.