i carabinieri della stazione di Tarquinia in collaborazione con i carabinieri del NAS di Viterbo hanno denunciato un medico dell’ospedale civile di Tarquinia per illecita detenzione di sostanze psicotrope, peculato e truffa, al termine di approfondimenti investigativi, nella serata di ieri hanno effettuato un controllo ispettivo e di polizia giudiziaria nei confronti di un medico, italiano, di 38 anni, in servizio presso l’ospedale civile di Tarquinia;  e come già gli elementi indiziari lasciavano presagire , i carabinieri hanno trovato presso l’abitazione del medico, all’interno del suo studio-ambulatorio privato e nella sua auto, copiosi medicinali sottratti nel tempo all’ospedale di Tarquinia, dove lo stesso era in sevizio, e inoltre gli sono stati trovati, sempre rubati all’ospedale, numerosi attrezzi di chirurgia; in più da ulteriori approfondimenti investigativi è risultato che l’ambulatorio, dove lo stesso esercitava, era totalmente abusivo, poiché mai autorizzato dalla ASL competente; oltre che, al momento dell’ispezione dei carabinieri, lo stesso medico, che risultava formalmente in permesso per malattia dall’ospedale, è stato sorpreso all’interno del suo studio  mentre prestava una visita ad un paziente, che evidentemente essendo in malattia non poteva fare.

 

il materiale rinvenuto è stato sequestrato ed il medico immediatamente denunciato alla procura della repubblica di Civitavecchia

Eventuali chiarimenti di dettaglio possono essere richiesti al comandante della compagnia carabinieri di Tuscania