Sono tre le ragazze italiane dedite alle truffe on line nella settimana in corso i carabinieri delle stazioni di Bassano Romano e Oriolo Romano, a conclusione di attività investigative mirate, hanno denunciato:

  • Bassano Romano una ragazza italiana di 22 anni, che tramite pagamento sulla sua posta-pay, ha millantato la vendita di un telefonino cellulare in realtà mai posseduto, ricevendo da una cittadina rumena di 20 anni il pagamento di 200 euro, illegittimamente, quindi, trattenuti;
  • Oriolo Romano due ragazze italiane di 19 e 29 anni, che tramite pagamento su una posta-pay a loro riconducibile, hanno illegittimamente ottenuto il pagamento di 60 euro, da una signora italiana di 31 anni, per uno skate-board in realtà mai consegnato.

Per eventuali chiarimenti di dettaglio contattare il comandante della compagnia di Ronciglione