i carabinieri della compagnia di Ronciglione, continuano incessanti nell’azione investigativa per porre un argine a quella che sembra diventare una vera e propria piaga, ovvero lo spaccio di questa nuova droga prodotta nei laboratori asiatici, lo shaboo,  che ha effetti collaterali devastanti.

Ieri notte la pattuglia in servizio perlustrativo della stazione, ha notato in uno strano atteggiamento un cittadino asiatico di 55 anni di origini cambogiane, il quale alla vista dei carabinieri ha tentato di assumere un atteggiamento di indifferenza, ma i militari hanno voluto vederci chiaro e lo hanno sottoposto ad una perquisizione personale, al termine della quale lo hanno trovato in possesso di circa 3 grammi di shaboo, e di 410 euro in contanti.

Lo hanno quindi dichiarato in arresto e ristretto presso le camere di sicurezza della compagnia di Ronciglione.

Per eventuali chiarimenti di dettaglio contattare il comandante della compagnia carabinieri di Ronciglione