Un manufatto ed un’intera area sequestrati dai carabinieri della stazione di capodimonte hanno denunciato in stato di libertà una cittadina rumena di 55 anni, per violazione delle norme edilizie, reati in danno del patrimonio paesaggistico e violazione al codice dei beni culturali e del paesaggio; la cittadina rumena denunciata, in zona sottoposta a vincolo ambientale paesaggistico e culturale, sul lungolago di capodimonte verso Gradoli, in prossimità del lago e della battigia, ha ristrutturato un manufatto-abitazione, già sottoposto a sequestro e ad ordine di demolizione, ed ha ristrutturato un box in muratura; inoltre ha realizzato un terrazzamento artificiale, e si è appropriata di ulteriore area demaniale creandovi un giardino e delimitandolo con un muro a secco  e con una scogliera in pietra. Al termine della denuncia tutta l’area è stata sottoposta a sequestro, e sono iniziate le procedure amministrative per chiedere ulteriore abbattimento e ripristino di tutti i luoghi demaniali e sottoposti a vincolo.

 

Per eventuali chiarimenti di dettaglio contattare il comandante della compagnia carabinieri di Montefiascone